mercoledì 22 febbraio 2017

TORTELLINI ALLA CARNE: una ricetta da murales

TORTELLINI ALLA CARNE
Una ricetta da murales

Alla fermata dell'autobus su una rotonda di periferia la pensilina parla di cibo. E tra il viavai delle auto in corsa e la foschia padana il mio sguardo si sofferma su tortellini alla carne. No, non ho le allucinazioni, è proprio un tortellino. hi hi
Siamo davanti allo stabilimento di Giovanni Rana, il re dei tortellini, alle porte di Verona.
In quel di San Giovanni Lupatoto (Vr), il sig. Giovanni Rana qualche anno fa decise di percorrere una strada nuova che dal panificio di famiglia lo avrebbe portato ad essere uno dei simboli del Made in Italy più riconosciuti grazie al suo prodotto: i tortellini appunto.
L'idea di agevolare il lavoro delle casalinghe, facendo loro trovare dei tortellini già pronti anzichè doverli impastare a mano, si rivelò l'intuizione del secolo, raccogliendo il plauso non solo da parte dell'universo femminile ma anche maschile.
La continua ricerca di nuovi prodotti e l'invenzione di mini-confezioni pensata anche per i single accontenta tutti e conquista davvero una vasta gamma di consumatori.
La ricetta è di Cibo un'artista veronese al quale piace rappresentare l'arte culinaria valorizzando il territorio con i suoi prodotti tipici. Luogo e soggetti rappresentati non sono mai causali ma legali da un messaggio che li vuole in quel momento preciso e in quel posto esatto.
Pasta all'uovo con ripieno di carne, la ricetta dell'artista; che siano in brodo o asciutti, a voi la scelta!


Se vi è piaciuto l'articolo, continuate a seguirmi ed unitevi alle mie pagine Facebook e Instagram

lunedì 20 febbraio 2017

MERLUZZO IN CROSTA DI PREZZEMOLO E POMODORI CONFIT

Per valorizzare dei filetti di merluzzo basta davvero poche semplici mosse e da un piatto banale può diventare un ottimo secondo.
Colore! Sempre nella mia tavola qualcosa che mette allegria e dona più carica al piatto:  il verde del prezzemolo, il bianco del pesce e per finire il rosso dei pomodori confit che ben si sposano insieme.

A completare la tavola un mini pallet porta grissini ideato da me!

RICETTA: MEDIA
TEMPI: 15 minuti + cottura

Ingredienti:
filetti di merluzzo
pane grattuggiato
prezzemolo
sale, pepe
olio di oliva
pan bauletto
pomodorini
zucchero

Preparazione:
Lavate e asciugate il pesce prima di stenderlo in teglia.
Preparate in una terrina l'impanatura tritando due fette di pan bauletto grossolanamente (senza il bordo scuro), unite il pane grattuggiato, il prezzemolo tritato. Aggiustate di sale e pepe e un filo d'olio d'oliva.
Ricoprite i filetti con il composto preparato.
Infornate per 15/20 minuti e dorate alla fine per rendere la crosta più croccante.
Per preparare i pomodori confit (cioè caramellati): tagliate i pomodori in due per il lungo, adagiateli sopra una teglia rivestita di carta forno, cospargeteli di zucchero e un pizzico di sale.
Il segreto sta nella cottura in forno a bassa temperatura per circa 20 minuti (regolatevi con il vostro forno). 
I pomodori preparati così sono un ottimo contorno perchè risultano soffici e dolci.





sabato 18 febbraio 2017

CREPES CON CREMA ALL'ARANCIA

La colazione è il momento più importante della giornata. Partire bene, si è già metà dell'opera, come dice il detto, quindi avanti tutta con grinta e una buona dose di energia!
Quanto mi piacciono le crepes: dolci, morbide, le puoi spalmare con crema o marmellata.
Se vuoi puoi fare come me, abbinale ad una crema di arancia e decora il tavolo con un tovagliolo a forma di cuore: un modo carino di iniziare la giornata. Se vuoi essere ancora più romantica, puoi infilare in mezzo alla stoffa un bigliettino d'amore.

RICETTA: MEDIA
TEMPI: 10 minuti + cottura crepes

Ingredienti per le crepes (5/6):
300ml latte 
150g farina
2 cucchiai di zucchero
1 olio di girasole deodorato
1 uovo

Ingredienti per la crema all'arancia:
30g farina 2
250ml suddivisi tra succo d'arancia e latte di soia
1 cucchiaio di zucchero


Preparazione:
Mescolate insieme gli ingredienti fino a creare una pastella. 
Se non avete la piastra per crepes potete usare benissimo una padella antiaderente, l'unica accortezza prima di versare la pastella, sciogliete una noce di burro.
Con un mestolino versate il composto sulla padella che sia uniforme dappertutto e lasciate cuocere finchè prende un pò di colore.
Giratela sull'altro lato e cuocete ancora per qualche minuto.
Trasferitela su un piatto e cuocete le altre.
Si mantengono in frigo per qualche giorno coperte con pellicola trasparente. 

Per preparare la crema all'arancia: spremete un'arancia. Scaldate il succo con lo zucchero e unite successivamente il latte di soia. Lentamente versate la farina e con la frusta mescolate.
Quando si è addensata togliete la crema dal fuoco, versatela in un recipiente di ceramica e fatela raffreddare mettendola dentro un altro recipiente con del ghiaccio. Coprite con la pellicola perchè non si solidifichi sopra.


mercoledì 15 febbraio 2017

VERONA IN LOVE... A TAVOLA

Verona città dell'amore! E nei giorni che precedono San Valentino diventa ancora più romantica.
Tra un tripudio di palloncini rossi, ridda di cuori, coppie abbracciate e baci che schioccano c'è anche il tempo di assistere allo showcooking dello chef Alessandro Tannoia incentrato sulla valorizzazione dei prodotti locali, in particolare stiamo parlando del buonissimo radicchio e vini come l'Amarone.
Il mondo dello chef Alessandro Tannoia è fatto di amore e passione per il proprio mestiere e per il territorio; nella sua scuola infatti insegna ai suoi allievi a conoscere, sfruttare e valorizzare le eccellenze del nostro territorio che sono una ricchezza inestimabile: erbe, vini, formaggi, frutta e ortaggi con i quali creare piatti sublimi.
Questo modus operandi Alessandro Tannoia lo applica anche alla nuova realtà, La Bottega dello speziale : un mondo dove si valorizza il territorio e si cura l'intera filiera di ogni prodotto usato in cucina. Così ad esempio di un prodotto finito si conosce il seme piantato, come è stato coltivato, come è stato raccolto e lavorato.
Un'attenzione particolare è rivolta allo studio delle piante e spezie con un laboratorio botanico a Novezzina, sulle montagne veronesi.
Ieri è stata l'occasione per conoscere questa meravigliosa realtà della mia città ma anche assaggiare un risotto preparato esclusivamente con prodotti locali: radicchio del Consorzio tutela radicchio igp, Amarone costa sera della cantina Masi, riso Terre del Bosco, burro della Lessinia.
Sapore e gusto perfettamente bilanciati.
A concludere l'evento una piacevole e gustosa sorpresa: l'assaggio di formaggi di malga con erbe dell'orto botanico accompagnati da una crema di radicchio.
Ci rivedremo quest'estate a rifugio Novezzina!


lunedì 13 febbraio 2017

TORTA DI SAN VALENTINO SENZA COTTURA

Una torta per stupire a San Valentino senza perdere troppo tempo e magari rischiare che si bruci , dovendo ripartire da capo con l'impasto.
Mi piace giocare con i colori, in particolare il contrasto tra il rosso delle fragole e il marrone della ganache e dei biscotti.

Ad accompagnare questa torta un cuore di garofani rossi, composizione floreale da me composta: passione e colore!

RICETTA: MEDIA
TEMPI: 30 minuti + raffreddamento

Ingredienti
Per la base: 300g biscotti tipo Oreo
                      100g burro

Per la ganache : 200g panna fresca
                              300g cioccolata fondente
Fragole per guarnizione

Preparazione:
Sbricciolate i biscotti, sciogliete a bagnomaria il burro e versatelo sui biscotti.
Amalgamate e versate sul fondo della teglia avendo cura di schiacciare bene.
Mettete in frigo a raffreddare per 2 ore.
Nel frattempo prepariamo la ganache : tritate la cioccolata, portate la panna (quella che trovate nel banco frigo) a bollore e quando è pronta vera tela sulla cioccolata. Mescolate con la frusta finché si scioglie tutta. Fatela raffreddare mettendo il contenitore in un altro contenente ghiaccio.
Stendete la ganache sulla base dei biscotti e guarnite con fragole.
fate raffreddare prima di servirla in tavola.


sabato 11 febbraio 2017

PANNA E FRAGOLA: UN'IDEA PER SAN VALENTINO

Volete un'idea per stupire a San Valentino? Non c'è frutto migliore che faccia pensare all'amore, la fragola! Il pensiero corre subito alla scena del film "Pretty woman" dove i due scambiano chiacchiere e pensieri davanti a fragole e champagne.
Ora io vi propongo un altro abbinamento, altrettanto interessante: panna e fragola.
Un'idea originale e divertente per servire le fragole cercando di farlo in maniera creativa e con un occhio allo spreco: infatti per servirle ho utilizzato il contenitore porta uova colorato di nero.
A completare la tavola un cuore di garofani rossi da me composto.

RICETTA: FACILE
TEMPI: 15 minuti

Ingredienti:
fragole
panna da montare
zucchero a velo

Preparazione:
Lavate le fragole e tagliate la sommità. Scavate un pò l'interno per ricavare lo spazio per la panna.
Montate la panna con un paio di cucchiai di zucchero a velo.
Con una sac a poche riempite le fragole.


lunedì 6 febbraio 2017

ZUPPA DI LENTICCHIE

ZUPPA DI LENTICCHIE
Alimentazione secondo i gruppi sanguigni 

Questa ricetta è indicata per coloro che appartengono ai gruppi sangugni A, B, AB.
E' bene prestare attenzione cosa si abbina a questa zuppa a base di lenticchie perchè i legumi presi insieme ai cereali, per esempio, possono creare disturbi. Mentre si abbinano senza problemi a carne, pesce, uova e verdura.
In questo caso il pane a fette è solo per rendere la foto più accattivante :-)
Le lenticchie sono un alimento ricco di fibre, vitamine e sali minerali. Sono considerate la "carne dei poveri" per il loro apporto all'organismo e uno degli alimenti presenti sulle tavole da tempo.
Di solito le sentiamo nominare nel periodo delle feste perchè mangiarle, dicono, porti bene alle nostre finanze. L'usanza romana di regalare un sacchettino di pelle per denari contenente lenticchie era di buon auspicio per chi lo riceveva, l'augurio, infatti, era che si trasformassero in monete.
Mentre preparavo questa ricetta ho visto che una qualità molto pregiata di lenticchie si coltiva in Italia, più precisamente a Castelluccio di Norcia in Umbria.
Quindi mangiamo pure lenticchie: fanno bene, sono italiane e non costano neanche tanto!

RICETTA: FACILE
indicata per i gruppi sanguigni A, B, AB
TEMPI: 30 minuti circa

Ingredienti:
1 scalogno
1 carota
1 gamba di sedano
70/80g lenticchie
350g acqua

Preparazione:
Tritate sedano, carota e scalogno, fate soffriggere in padella e aggiungete le lenticchie.
Versate l'acqua per la cottura, tenete conto che devono cuocere per 30 minuti circa.
A fine cottura, con il frullatore ad immersione frulliamo le lenticchie nell'acqua stessa (se risulta troppo, scolatene un pò prima di frullare).
Aromatizzate con qualche ramette di rosmarino e servite con un filo d'olio di oliva a crudo.